Premio Ippocrate 2015

Premio Ippocrate 2015

Premio Internazionale “Hippocrate 2015″ alla Cultura

Uniposms

 Il Premio Internazionale “Hippocrate 2015″ alla Cultura,  che ogni anno viene assegnato dall’Università Popolare Nuova Scuola Medica Salernitana che, attraverso tante iniziative, cerca di  far conoscere e apprezzare l’importanza che la Scuola Medica Salernitana ha avuto nello sviluppo della medicina moderna, è stato assegnato, venerdì sera all’Hotel Baia,  alla dottoressa Barbara Cussino Scarlato, responsabile provinciale del Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno, “Custode della Cultura Salernitana”,  che da anni valorizza l’immenso patrimonio culturale della Provincia di Salerno.

“Da anni cerchiamo di fare rete in tutto il territorio provinciale, a partire dai musei, agli ordini professionali, alle associazioni del territorio, per promuovere in tutta Italia e all’estero il nostro stupendo patrimonio culturale”, ha dichiarato emozionata la dottoressa Cussino che ha ricevuto una  stupenda opera in  ceramica realizzata  dal Maestro vietrese Lucio Ronca, ormai conosciuto in tutta Europa, un bassorilievo raffigurante un libro posto su un  leggio. “Rappresenta il sapere, la forza della conoscenza che anima questa associazione”, ha spiegato il Maestro Ronca. IlPremio Poster 2015″ è stato assegnato,  per il suo impegno nelle ricerca farmacologica, alla dottoressa Valentina Perri, che ha presentato, in inglese,  la sua ricerca sull’utilizzo di oli, estratti dalle piante  officinali, per la  prevenzione delle patologie tumorali. Sono stati nominati  anche sedici “Magister dell’Almo Collegio”, un  Collegio di  prestigio, formato da  medici specialisti che con la loro professionalità  danno un contributo alla ricerca medica, collaborano con l’Università Popolare della Nuova Scuola Medica Salernitana,  e  si attivano nel sociale prestando gratuitamente la loro opera divenendo punto di  riferimento per tanti malati: Adolfo Aronne, Carmela Saturnino,  Carmine Carrafiello, Mario Colucci, Domenico Cubiciotto, Gaetano Ciancio, Giuseppina Di Stasi,  Giuseppina Volpe, Basilio Malamisura, Carlo Morelli, Francesco Pellegrino, Bruno Ravera, Remo Palladino, Luigi Simonetti  e i professori   Pina Basile, e Raffaele Sacchi. A tutti loro il Presidente dell’Associazione, il dottor Pio Vicinanza ed il Preside della stessa, il professor Carlo Montinaro, che indossavano il classico mantello indossato da tutti i membri dell’Associazione, hanno consegnato la pergamena di Magister.

La cerimonia si è conclusa con la nomina di sei nuovi soci onorari che hanno ricevuto la pergamena e lo spillino dell’associazione salernitana, “Centro di  cultura, arte e scienza del Mediterraneo”:  la professoressa Anna Rita Carrafiello, il dottor Adriano Berra, il professor Giangennaro Coppola, il giornalista  Aniello Palumbo, il professor Luciano Pinto, il dottor Francesco Sorrentino e il professor Tiziano Testori.  Ad impreziosire la  cerimonia di consegna degli attestati, sono state due studentesse Enza D’Angelo e Anna Milite, dell’Istituto Milone – Cuomo di Nocera Inferiore, accompagnate dalla professoressa Rosa Napoli,  che indossavano dei costumi d’epoca medievale.

Il dottor Luigi Frezza e la dottoressa  Rossella Bicco, hanno supervisionato tutta l’organizzazione della serata, conclusasi con la cena di gala allietata dalle musiche eseguite al piano dal Maestro Federico De Santis, che rientrava nell’ambito della sedicesima edizione delle “Giornate Pediatriche Salernitane” durante le quali si è parlato di corretta alimentazione nel bambino e negli adolescenti,  partendo dal Regimen Sanitatis e arrivando alla dieta Eumediterranea, proposta dal professor Carlo Montinaro, ma anche  di prevenzione tumorale,  di corretti stili di vita, di celiachia, di allergologia e di medicina orale in età pediatrica. Presenti il professor Aldo  Lo Presti; la dottoressa Maria Antonietta Mazzella, Presidente dei Probiviri;  la professoressa Rossella Valitutti; il professor Giuseppe Lauriello; la professoressa Clotilde Baccari Cioffi  e il dottor Massimo Trotta.

 Aniello Palumbo